Durante questo periodo di restrizioni che ha impedito la realizzazione di molti eventi,
oltre ad averci negato il piacere di compiere tragitti di lunga distanza (non su circuiti ridotti da ripetere più volte), o di godere di percorsi a tappe per esperienze di viaggio, parlare di un fitwalking fatto su 8 tappe per un totale di circa 200 km può apparire
quasi irreale.
In effetti, prendo spunto da quanto mi raccontò un amico fitwalker ormai quasi due anni fa per suggerire, a chi è amante di viaggi e avventure, un percorso – lo definirei un ammino – capace di sintetizzare sport, ambiente e spiritualità. Si tratta della Via di San Francesco nella sua parte nord, dal santuario di La Verna ad Assisi.
Non sto a raccontarvi questo cammino (eventualmente se ne occuperà la redazione in un futuro servizio) ma vorrei riflettere, visto che il tema guida di questo numero di
Camminare riguarda i cammini storici, sulle opportunità che il muoversi a piedi può offrire anche nell’ottica di realizzare un proprio viaggio, e come il fitwalking possa divenire una base di preparazione formidabile

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO DI MAURIZIO DAMILANO SU CAMMINARE 89 DISPONIBILE IN E-BOOK O CARTACEO DIRETTAMENTE A CASA VOSTRA

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments