Monesteroli, diciotto case letteralmente appese a un pendio che si tuffa nel Mar Ligure. La gradinata che porta al borgo, l’unica via di terra per raggiungerlo, in certi punti è così ripida che bisogna distogliere lo sguardo. I gradoni di arenaria sono alti quasi il doppio di quelli di una normale scala, perché il dislivello da coprire è troppo scosceso, e lo spazio troppo poco, per altre soluzioni. In basso, si staglia sul mare l’agglomerato rosso dei tetti. Monesteroli è uno dei quattro insediamenti di Tramonti, una località delle Cinque Terre tra Riomaggiore e Portovenere, nel Comune di La Spezia. Gli uomini del passato qui hanno sfruttato tutto quanto il poco spazio disponibile. Dove non ce n’era, se lo sono inventati. Hanno reso abitabili e coltivabili pendii che da lontano non sembrano altro che pareti verticali. 

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO DI MATTIA BIANCO SU CAMMINARE 88 DISPONIBILE IN E-BOOK O CARTACEO DIRETTAMENTE A CASA VOSTRA.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments