La stagione estiva porta sempre con sé la voglia di muoversi e, spesso, di riuscire a fare meglio ciò che in altre stagioni, per impegni di lavoro, familiari, climatici o altro, risulta più difficile.
Spesso l’estate, e in particolare il periodo delle ferie, si lega a due luoghi in modo specifico: il mare e la montagna. Entrambe queste due opportunità non mancano di suggerimenti e proposte per fare belle e divertenti camminate.
A differenziare nella sostanza i due luoghi è essenzialmente il clima.
Il mare è più caldo e assolato e richiede qualche precauzione in più, per poter svolgere l’attività sportiva al meglio e in condizioni di sicurezza. La montagna è più gestibile, dal punto di vista del clima, certamente meno caldo e soleggiato, ma può richiedere più impegno per via della conformazione del territorio, perché certamente le salite non mancano.
In questo articolo vorrei però in lasciare spazio al mare (parleremo magari della montagna in un’altra occasione, senza dimenticare che le passeggiate sulla neve con le tipiche racchette sono sempre più di moda tra la gente, e ormai anche l’inverno offre opportunità per camminare in montagna) e alle sue opportunità di fare fitwalking in tanti modi, o magari più semplicemente al fatto di iniziare a camminare di più.
Per la pratica del fitwalking, il mare propone condizioni e opportunità che si adattano a tutte le stagioni. L’inverno offre situazioni meno affollate, e le passeggiate lungomare, che in estate sono spesso piuttosto trafficate, diventano luoghi ideali sper allenarsi. Anche la primavera e l’autunno, quando gli spazi sono decisamente più gestibili rispetto ai mesi estivi e il clima è dolce e piacevole, sono particolarmente adatti alla pratica.
È però l’estate il tema di questo….

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO DI MAURIZIO DAMILANO SU CAMMINARE 88 DISPONIBILE IN E-BOOK O CARTACEO DIRETTAMENTE A CASA VOSTRA.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments