La perla della collina saluzzese è un castello medievale che domina un’ampia fetta di pianura dalla sua posizione tra boschi di castagno e di frassino. È il Castello della Manta, un palazzo che ha dato il meglio di sé intorno al Millecinquecento.

Siamo nel Piemonte sud-occidentale, proprio ai piedi delle Alpi Cozie. A pochi chilometri da Manta c’è la città di Saluzzo, con il suo affascinante borgo antico. Nel Medioevo è stata la sede di un Marchesato piccolo ma combattivo, che per secoli si è destreggiato abilmente tra il Regno di Francia e il Ducato dei Savoia senza soccombere. Un angolo di Piemonte che all’interno di un itinerario turistico vale senz’altro una tappa di qualche giorno; meglio se per scoprire a piedi le sue attrattive.

TRE CASTELLI

Km: circa 16

Dislivello: 750 metri

Segnavia: vari

Acqua: alla partenza, a Castellar e a Verzuolo

Difficoltà: E

Rientro: ad anello

Un anello impegnativo che unisce i castelli di Manta, Castellar e Verzuolo. Lo scenario iniziale sono i boschi della colline che separa i borghi di Manta e Castellar. Qui vale la pena di spendere qualche ora di riposo nel delizioso centro storico, dopo un giro ai piedi del castello, per poi riprendere il sentiero tra i cascinali al limite degli alberi. Il castello di Verzuolo comparirà all’improvviso tra gli alberi, come una visione inaspettata. E ci accompagnerà nel borgo antico di Verzuolo, un piccolo gioiello quasi sconosciuto. Poi alcune vigne, fino a ridiscendere in una valletta in senso est-ovest dove i più attenti riusciranno a riconoscere alcune vecchie ghiacciaie, dismesse da tempo. L’anello si conclude al punto di partenza.

IL CONTE E IL MARCHESE

Km: circa 11

Dislivello: 350 metri

Segnavia: vari

Acqua: alla partenza e a metà percorso

Difficoltà: T

Rientro: ad anello

Una lunga passeggiata alla scoperta della collina. Il punto di arrivo è la Castiglia, nel cuore del centro storico di Saluzzo. Questo edificio imponente fu prima residenza dei marchesi di Saluzzo, poi carcere, oggi ospita i musei cittadini. Usciti da questo itinerario, vale assolutamente la pena il perdersi tra le vie medievali della cittadina. Il ritorno del percorso è ancora in collina almeno nella prima metà, tra le ville storiche e i campi, per poi percorrere un tratto pianeggiante che riporta all’abitato di Manta.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments