Cristina Noacco

di Oreste Verrini (tratto da Camminare n. 84 settembre-ottobre 2020)

Da Lignano Riviera, sull’Adriatico, alla sorgente del Tagliamento,
al Passo della Mauria, per scoprire i segreti del fiume. Un’esperienza raccontata in un libro: I segreti del Tagliamento (Ediciclo editore).

Cristina Noacco è brava nel raccontare il viaggio, così tanto che al termine della lettura mi dico che sarebbe interessante conoscerla. Così la chiamo al telefono.
Mi ha risposto con una voce leggera e piacevole, proprio come avevo immaginato.

Ecco quello che ci siamo detti.

Nel libro descrivi un viaggio di prossimità, termine molto in voga in questi mesi. Come lo hai vissuto, e con quale spirito hai affrontato questa esperienza dietro casa? Le sensazioni
vissute da te sono diverse da quelle in cui la lontananza da casa era un elemento dominante?


Il viaggio in bicicletta e a piedi in una terra relativamente vicina a casa (ne ero distante al massimo un centinaio di chilometri, e al minimo per una trentina) si è rivelato un pozzo inesauribile di conoscenza del territorio stesso, nel quale mi sono immersa con entusiasmo. La gioia per la scoperta, per l’incontro e per lo scambio a ogni livello (storico, linguistico, naturalistico e culturale nel senso più largo) è stata la compagna costante del viaggio.

L’intervista completa è sulla rivista Camminare scaricabile qui.


0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments