foto articolo cardiopatici camminre 82

di Maura Marchiori
LE ANTICIPAZIONI DI CAMMINARE MAGGIO-GIUGNO 2020

Chi ha problemi cardiaci può recarsi in montagna?
E soprattutto, può svolgere attività sportiva? Nel 2018 la Società Europea di Cardiologia
a stilato un documento di “Raccomandazioni cliniche per l’esposizione all’altitudine” destinato
a persone con patologie cardiovascolari.

Circa il 12 per cento degli escursionisti e degli sciatori è affetto da qualche problema cardiovascolare e, tra di loro, circa il 70% soffre
di ipertensione arteriosa. Se queste persone ignorano di essere ammalate, è inevitabile che possano essere soggetti a eventi spiacevoli.

Si è stimato che fino a 2500 metri di altitudine l’organismo non necessiti di rilevanti adattamenti: perciò con pochi accorgimenti è possibile soggiornare
a questa quota anche in presenza di alcune patologie cardiache.
È però importanti capire quali, tra queste, siano quelle compatibili
con l’ambiente montano.

Infine, le persone che soffrono dei disturbi sopra citati ma che desiderano recarsi ad altitudini superiori ai 3000 m, dovrebbero sottoporsi ad accertamenti cardiologici più approfonditi in centri specializzati in medicina di montagna.

0 0 vote
Article Rating
Condividi
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments