AmicoFiume.RivistaCammiknare

Seconda e ultim parte. Stefano Fenoglio. Da una articolo della rivista Camminare n. 61

I fiumi hanno importanza vitale per le regioni
in cui scorrono. Modellano il paesaggio di aree intere, svolgono un ruolo fondamentale in numerosi processi ecologici e ospitando comunità biologiche composite e caratteristiche

La plurimillenaria gestione dei fiumi ha profondamente cambiato l’aspetto e la natura stessa dei nostri corsi d’acqua. Specialmente nell’ultimo secolo si è verificato un aumento esponenziale degli impatti antropici sui sistemi fluviali: in pochi decenni gran parte dei fiumi ha subito una profonda metamorfosi, trasformandosi da luoghi in cui si svolgeva una importante parte della vita quotidiana in elementi estranei, lontani, profondamente alterati e pressoché inservibili per le attività e la ricreazione dell’uomo. In questi ultimi anni l’inquinamento vero e proprio, cioè la contaminazione delle acque superficiali, è nettamente diminuita, grazie anche all’applicazione di norme giuridiche come la Legge Merli 319/76 e il D. Lgs. 152/99. Tuttavia, numerosi problemi affliggono ancora i sistemi fluviali, colpiti in particolare dalla riduzione o addirittura sparizione delle portate, dall’alterazione morfologica degli alvei, dall’invasione di specie alloctone quali il Siluro, il Gambero rosso della Lousiana e numerose altre specie americane, asiatiche e danubiane, e dal permanere in alcuni sistemi lotici, specialmente nel Meridione, di forme gravi di inquinamento.
Abbandonati nell’incuria, afflitti da numerosi problemi di diversa natura, i fiumi suscitano tuttavia ancora un potente richiamo per l’escursionista e per chi vuol trascorrere il suo tempo libero passeggiando all’aria aperta, dai torrenti alpini ai grandi fiumi della pianura, dai canali irrigui ai parchi fluviali urbani. Iniziare a conoscere meglio questi ambienti può essere lo stimolo per ritornare a frequentarli maggiormente, e un riavvicinamento tra uomini e fiumi è tanto necessario quanto vantaggioso e salutare per entrambi. Laggiù c’è un torrente, andiamo a dare un’occhiata, disse il Lama.

0 0 vote
Article Rating
Condividi
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments