Il mal di montagna


La dottoressa Antonella Bergamo, dermatologa e vicepresidente della Società Italiana di Medicina di montagna, è molto attiva nel divulgare informazioni e consigli al popolo dei camminatori. Recentemente l’abbiamo incontrata a una serata organizzata dal CAI di Egna, in cui si parlava di acclimatamento e mal di montagna.
«Prepararsi a una salita in montagna non significa occuparsi solo di scarponi, piccozza, sci, pelli o ramponi» esordisce Antonella. «È anche importante sapere cosa succede al nostro organismo quando andiamo lassù. L’ambiente della montagna è diverso da quello di pianura in termini di pressione e di quantità di ossigeno disponibile. Con l’aumento dell’altitudine diminuisce la pressione parziale di ossigeno nell’aria, e quindi sostanzialmente a noi arriva meno ossigeno. Questa ridotta disponibilità di ossigeno causa sintomi quali il mal di testa, nausea, facile affaticabilità, disturbi del sonno».

Leggi l'articolo completo su Camminare 78







Elenco Commenti



Lascia il tuo Commento