A piedi tra Emilia e Toscana

Nelle terre dei Lambardi e dei Signori di Stagno

In prossimità dello sbarramento del Lago di Suviana, l’autunno si presenta in tutta la sua bellezza, con la policromia del bosco che circonda il bacino, il vento che sibila tra gli alberi, la nebbia che attutisce rumori e suoni: una sinfonia armoniosa che cattura e riconcilia il viandante con la madre terra. Un viaggio straordinario quello compiuto da Vito Paticchia con preziosi suggerimenti per scoprire i segreti di un fiume, di una valle e di numerosi insediamenti che non mancheranno di riservare interesse e sorprese. Un viaggio in una zona che divenne importante e strategica ai tempi dell’occupazione longobarda. Un'area impreziosita da piccole cascate alimentate da torrentelli, dai tetti delle case di Chiapporato, da maestosi esemplari di castagni e dalle case del borgo, oggi in totale abbandono, ma ancora ricco di suggestione e pronto a rinascere.

Per conoscere nel dettaglio questo viaggio straordinario correte in edicola e acquistate il nuovo numero di "Camminare" di gennaio/febbraio.







Elenco Commenti



Lascia il tuo Commento