GLI OCCHI DELLA MURGIA


Come tante piccole finestre, le cavità delle chiese rupestri della Murgia Materana si affacciano sul profondo

canyon che le separa dalla Città dei Sassi. Un paesaggio singolare, non a caso scelto spesso come location di importanti produzioni cinematografiche.
 
Vocazione Cinema
Visto dalla Murgia, il paesaggio urbanistico dei Rioni dei Sassi, con le abitazioni ricavate nella roccia chiara, addossate,
quasi sovrapposte l’una all’altra e collegate da strette viuzze, colpisce immediatamente l’immaginazione e rimanda ad arcaici paesaggi a metà strada tra il reale e la fantasia. D’altra parte, il brullo tavolato della Murgia dalle pareti a strapiombo sulla Gravina, suggerisce subito un immaginario Golgota. Lo scenario è completo: in questi luoghi sono stati ambientati diversi racconti cinematografici. Il “Vangelo secondo Matteo” di Pasolini, “The Passion”
di Mel Gibson sono solo alcuni dei film girati qui. Anche il recente remake di Ben Hur ha trovato nei Sassi di Matera una location mirabile per riportare le lancette del tempo indietro di duemila anni. Matera, infine, ha visto in azione una slanciata Wonder Woman, vitaminica principessa delle Amazzoni. Non sorprende quindi che tra i diversi itinerari turistici proposti ai visitatori, si annovera anche il
percorso guidato sulle location utilizzate per alcuni dei film più noti.
Sandra Tubaro e Ivo Pecile sono gli autori dell'articolo che trovate completo sul nuovo numero di Camminare 74: sono i curatori del sito SentieriNatura, uno dei più importanti portali italiai dedicati all’escursionismo www.sentierinatura.it.
Sono anche gli autori della collana editoriale Le Guide di SentieriNatura, opera enciclopedica in otto volumi sulla montagna friulana.






Elenco Commenti



Lascia il tuo Commento