PRIMO COMANDAMENTO: INDOSSARE LE SCARPE GIUSTE


Primo comandamento indossare le scarpe giuste. Lo scrive Pietro Albano Pietro Albano sull'ultimo numero del nostro magazine Camminare Gli italiani, più di altri popoli europei, si lasciano convincere dalla moda e dall’estetica, più che dalla praticità, e sono abituati a sentire (e a volere) i propri piedi costretti, ingabbiati, incarcerati in una scarpa troppo stretta e troppo corta
Inutile ricorrere a tante perifrasi o addolcire la pillola: l’usura delle cartilagini a caviglie, ginocchia e anche ha una spiegazione semplice e precisa. Le calzature sbagliate. Il rimedio? Cambiare scarpe. Subito.
Che dire? Che ferrare i cavalli causa un’artrosi precoce dell’anca, esattamente come il ferrare le scarpe con un tacco provoca un’artrosi precoce di ginocchio
Studi sull’anatomia del piede riferiscono che la miglior camminata è quella naturale sulla sabbia, per cui la scarpa deve avere una suola con conca per il tallone e che la parte anteriore della calzatura dev’essere squadrata per non piegare l’alluce.
I piedi sono come le mani. E voi, nelle mani, infilereste un guanto con cinque dita, oppure costringereste le vostre estremità in una scarpa con la punta a triangolo dove le dita vengono ingabbiate?

 







Elenco Commenti



Lascia il tuo Commento