Cos'è il Nordic Walking agonistico

Non uno sport per vecchi

Cos'è il Nordic Walking agonistico

Qualcuno crede ancora che camminare sia un'attività di ripiego per chi non ha voglia di fare sport? Nel Nordic Walking l'uso dei bastoncini serve a massimizzare l'uso dei muscoli del corpo, coinvolgendo anche i muscoli della parte superiore del corpo che nella normale camminata rimangono per lo più inattivi. A parità di velocità e di distanza percorsa, nel Nordic Walking la fatica e lo sforzo sono assai maggiori rispetto alla camminata. Lo sforzo è dovuto alla spinta dei bastoncini, grazie alla quale si mettono in moto i muscoli della parte superiore del corpo.


È un modo semplice, poco costoso e divertente per tenersi in forma fisicamente e mentalmente, e contribuire a uno stile di vita sano. I suoi benefici riguardano il cuore, la circolazione, la muscolatura di braccia e spalle, il miglioramento della postura della schiena e la tonificazione di glutei e addominali.


Nordic Walking agonistico

Quando il Nordic Walking è entrato a far parte della FIDAL, Federazione Italiana di Atletica Leggera, gli appassionati si sono posti l'obiettivo di sdoganarlo dall'interpretazione comune che vedeva in questo sport un'attività destinata a un pubblico meno giovane e fondamentalmente lento.


Il Nordic Walking nasce come allenamento estivo per gli sciatori di fondo scandinavi: la sua nascita è quindi strettamente legata alle competizioni, alla performance, all'agonismo. Insieme alla FIDAL, il campionato italiano di Nordic Walking riporta questo sport alla dimensione agonistica da cui ha mosso i primi passi.


Il campionato italiano

Il campionato di Nordic Walking FIDAL è riservato agli atleti tesserati e ai possessori di RunCard federale o affiliata di un EPS convenzionato. È obbligatorio essere in possesso di certificato medico per attività agonistica. La quota di iscrizione per partecipare alle singole gare è di 20€, comprende assicurazione e servizio di assistenza.

 

>> Tutte le regole del campionato di Nordic Walking agonistico 2016 <<


Gli atleti si misurano in un circuito di 10 mila metri per la sezione maschile, 5 mila per quella femminile. Il cronometraggio è affidato a cronometristi ufficiali riconosciuti dalla FIDAL.


Il campionato di svolge in sei prove. Ai fini dell'assegnazione del titolo nazionale assoluto e di categoria saranno ritenuti validi i cinque migliori risultati. A tutti gli atleti della categoria Assoluta e Master, maschile e femminile, verranno assegnati per ciascuna prova 10 punti al 1° classificato, 8 al 2°, 7 al 3° e così scalando; dal 9° classificato in poi tutti i finisher riceveranno un punto. Le categorie premiate rispettano le fasce di età contemplate nel regolamento generale competizioni FIDAL.







Elenco Commenti



Lascia il tuo Commento



 



Libro del Mese

Il canto di Santiago

Il canto di Santiago
«Piacere: José Antonio, devoto alla Vergine Maria, di mestiere pellegrino» «Orlando, devoto a Luigi Tenco, di mestiere cantautore. Piacere mio» &nb...